Trama

Edipo Re di Sofocle

Sulla nascita di Edipo, figlio di Laio e Giocasta, sovrani di Tebe pesa il responso di un oracolo, secondo il quale cresciuto, ucciderà il padre e sposerà la madre.

Laio, spaventato dalla profezia,  affida il bambino a un servo con l'ordine di dargli morte, ma il servo ne ha pietà e lo abbandona sul monte Citerone dove sarà allevato da Polibo, pastore del re di Corinto.

Convinto che Polibo sia il padre naturale e volendo sfuggire alla minaccia rivelata dall'oracolo, abbandona i monti e si avvia verso la città.

Sulla strada si scontra  con un vecchio signore che  gli intima  di liberare il passo.

L'animata discussione degenera in lite: Edipo ha la meglio sullo sconosciuto.

Nei pressi di Tebe affronta la sfinge che, torturava i viandanti e ne scioglie  l'enigma, condannandola alla morte.

In virtù di questo gesto eroico, riceve la mano della regina, nel frattempo divenuta vedova e la fa madre di quattro figli: Eteocle, Polinice, Antigone e Ismene.

Scoppia la peste a Tebe:l'oracolo di Delfi annuncia che solo la purificazione dell'uomo che contamina la città, avendo egli ucciso il padre e ingravidata  la madre, può liberare dal morbo letale i tebani.

Edipo da buon re si lancia alla caccia dell'incestuoso paricida per scoprire che è proprio lui il colpevole.

Sconvolto dalla verità si strappa gli occhi con la fibbia della cinta di Giocasta, sua madre e moglie, che già si era tolta la vita per il dolore e la vergogna.

Ceco e maledetto si avvia verso Colono, alle porte di Atene, in un cammino di espiazione.

Personaggi

Edipo,re di Tebe

Giocasta

Tiresia

Creonte

Corifeo

Messaggero da Corinto

Pastore di Laio

Nunzio dalla reggia

Coro

Antigone e Ismene figlie di Giocasta