Trama

Donne al Parlamento di Aristofane

Prassagora,  la moglie di Blepiro, si intrattiene, di notte, con  altre donne ateniesi che indossano  abiti maschili, al fine di preparare un piano per  impadronirsi del governo della città.

Dopo aver fatto le prove dei discorsi,  per mezzo dei quali sanciranno il diritto delle donne a sostituire gli uomini, occupano l'Assemblea e approvano  il progetto di Prassagora, approfittando dell'assenza degli uomini che sono ancora a dormire.

Il programma al femminile promuove  comunanza assoluta dei beni: ognuno avrà tutto quello di cui ha bisogno  e tutti in egual misura, scongiurando furti e conflitti legali.

Anche le donne  saranno   in comune  ed anche in questo caso con una giusta distribuzione: gli uomini potranno avere qualsiasi donna vorranno, ma prima di prendersene una bella e giovane dovranno, per legge , accontentare una donna vecchia e brutta.

Intanto saranno solo gli schiavi a lavorare mentre le donne divideranno  equamente i frutti della produzione cominciando con l'organizzare ricchi  e gratuiti pranzi in comune per tutti.

Gli intenti di Prassagora sono meravigliosi, ma presentano più di un  inconveniente…

Personaggi

Prassagora

Donna1

Donna2

Donna3

Blepiro

Un vicino

Cremete

Un vicino scettico

L'aralda

Prima Vecchia

Una giovinetta

Seconda Vecchia

Un giovinetto

Terza Vecchia

L'ancella di Prassagora

Coro delle Donne